Cos’è una camera mortuaria e quanto può giacervi un defunto

Qual è il periodo di permanenza di un defunto in camera mortuaria o in obitorio? Ecco cosa avviene alle salme in attesa della tumulazione.

La differenza tra obitorio e camera mortuaria

Esiste una differenza tra obitorio e camera mortuaria, nonostante spesso questi due luoghi vengano confusi. L’obitorio è un edificio oppure una stanza (solitamente posta nei seminterrati dell’ospedale) dove sono contenuti i cadaveri dei defunti prima che sia svolta l’eventuale autopsia oppure in caso la salma debba essere ancora identificata. Questi locali devono essere refrigerati al fine di impedire la decomposizione dei corpi. La differenza tra obitorio e camera mortuaria consiste nel fatto che quest’ultima invece si trova all’interno dei cimiteri o degli ospedali (se previsto dalla struttura) ed è dove vengono collocati i feretri prima del funerale. Altro termine che crea spesso smarrimento è quello di camera ardente, che invece  il luogo dove viene esposta la salma prima della sepoltura che deve essere appositamente predisposto per lo scopo e può essere anche all’interno di un’abitazione privata.

L’allestimento della camera mortuaria in ospedale

Qualora il decesso avvenga all’interno di una struttura pubblica, sarà possibile allestire la camera mortuaria in ospedale. Normalmente la salma rimane nel reparto dove si trovava oppure in pronto soccorso per circa due ore, dando la possibilità ad amici e parenti di salutare il caro estinto. Trascorso questo tempo verrà trasferita all’interno della camera mortuaria dell’ospedale, dove rimarrà sotto osservazione per un periodo di non meno di 24 ore al fine di accertarne la morte con un tanatogramma ossia un elettrocardiogramma prolungato per almeno 20 minuti da cui non risulti attività cardiaca. All’interno della camera mortuaria in ospedale può essere allestita eventualmente anche la camera ardente se previsto. In questo caso il personale ospedaliero provvederà alla vestizione ed alla preparazione della salma, che rimarrà esposta sino al mattino del giorno del funerale.

Qual è il periodo di permanenza del defunto in camera mortuaria?

Come detto precedentemente, il periodo di permanenza del defunto in camera mortuaria deve essere non inferiore alle 24 ore dopo il decesso. Per quanto riguarda il periodo massimo, invece, la legge italiana non stabilisce un tempo. Solitamente è infatti la Polizia Mortuaria del Comune in cui è avvenuto il decesso a regolare in termini temporali un periodo di permanenza del defunto in camera mortuaria. Per qualsiasi informazione in merito e per quanto riguarda le normative previste per Alba ed i comuni limitrofi, lo staff di L’Alba Onoranze Funebri è a completa disposizione.

Scrivi il tuo messaggio

Chiama ora!