Loculo e concessione cimiteriale

Cosa sono le concessioni cimiteriali, quanto durano e cosa comportano per i destinatari. È possibile revocare una concessione perpetua? Quali obblighi hanno gli eredi in caso di morte dell’intestatario della concessione? In questo articolo un piccolo excursus su questa materia molto delicata.

In cosa consiste la concessione cimiteriale

La concessione cimiteriale è un diritto di superficie (se riguarda la terra) e dunque non si configura esattamente come una proprietà. Per tutta la durata della concessione la proprietà del manufatto realizzato dal concessionario rimane in capo a lui ed ai suoi eredi. Stessa situazione vale per l’obbligo manutentivo. La pulizia ed il decoro dei luoghi predisposti alla sepoltura sono infatti a proprio carico, pena la revoca della stessa. Il rilascio della concessione cimiteriale dà diritto all’uso della sepoltura per un periodo prestabilito che varia a seconda del regolamento comunale di polizia mortuaria e del tipo di sepoltura concesso. Qualora il titolare venga a mancare, i discendenti devono comunicare tale notizia entro i termini previsti, individuando i nuovi concessionari.

Le concessioni perpetue possono finire?

In base al principio di irretroattività della norma giuridica, le concessioni perpetue non possono essere cambiate d’imperio dal Comune trasformandole in “tempo determinato”. Tuttavia questa situazione può essere modificata a seguito di una richiesta dei concessionari – che deve venire però accolta dal Comune – attraverso una procedura specifica con attribuzione di una nuova concessione. Invece qualora sussistano i presupposti il Comune può d’ufficio pronunciare la decadenza senatoria oppure la revoca delle concessioni perpetue per prevalente interesse pubblico. Vi sono inoltre due esempi abbastanza diffusi di procedure che consentono di variare il precedente regime concessorio: in caso di estumulazione di una salma e tumulazione di una nuova salma oppure per la rinuncia da parte del titolare della concessione perpetua del loculo in cambio di una gratuita a tempo determinato di ossarietto.

La concessione cimiteriale e gli eredi: cosa succede

Cosa disciplina la normativa riguardo la concessione cimiteriale e gli eredi? Qualora avvenisse il decesso dell’intestatario della stessa, uno degli eredi viventi del defunto deve richiedere la voltura della concessione. La presentazione della domanda, generalmente, deve avvenire presso l’ufficio segreteria del Comune attraverso il modello per la voltura, specificando i dati anagrafici ed il numero della concessione. Inoltre è necessario allegare l’elenco dei coeredi viventi che devono essere a conoscenza della voltura stessa e degli obblighi di manutenzione e di decadenza che la concessione del sepolcro comporta in base a quanto previsto dal Regolamento di polizia mortuaria.

Scrivi il tuo messaggio

Chiama ora!