Necrologi funebri ad Alba

Cosa sono, come si scrivono e come pubblicare i necrologi funebri. Una rapida guida per affrontare questa incombenza in un momento così delicato.

Cos’è un necrologio funebre?

La scomparsa di una persona cara è un momento di grande dolore per chi resta, che si trova ad affrontare anche alcune pratiche che possono risultare particolarmente difficili in queste circostanze. Una di queste è la scrittura di un necrologio funebre. Se infatti nei piccoli centri vi è l’abitudine di  ricorrere a manifesti funebri, nelle grandi città è possibile usufruire anche di riviste, quotidiani locali o siti web. Si tratta di alcune frasi in memoria del caro estinto, volte a ricordare quanto è stato importante per la famiglia o per la comunità stessa. La redazione di un necrologio funebre è un’operazione molto importante che può apparire semplice ma non è: si devono trovare le giuste parole, senza correre il rischio di cadere nella banalità o peggio ancora risultare fuori luogo.

Come si scrive un annuncio funebre?

Quando si scrive un annuncio funebre è bene utilizzare un linguaggio sommesso e sobrio e rimanere sintetici quanto possibile senza apparire distaccati. In primo luogo si devono indicare i dati anagrafici del defunto (prima il nome e poi il cognome). Qualora la persona venuta a mancare sia una donna sposata dovrà seguire il cognome del marito oppure – in caso il marito sia morto in precedenza – la dicitura vedova. Sull’annuncio funebre devono essere poi specificati la data ed il luogo del decesso. Infine andranno scritti i nomi delle persone che comunicano la triste notizia – solitamente genitori, moglie, marito, figli, fratelli e sorelle – e la data, l’orario ed il luogo della cerimonia. Attenzione deve essere prestata anche alla grafica dell’annuncio funebre che deve rispecchiare la personalità ed il credo dell’estinto con l’eventuale presenza se gradita di decorazioni floreali e/o religiose.

Dove pubblicare un necrologio?

La domanda che resta da porgersi è “dove pubblicare un necrologio?”. È possibile, come detto, chiedere la pubblicazione alle testate giornalistiche la sua pubblicazione sui siti web, sulle riviste oppure sui quotidiani. È un servizio a pagamento in cui le regole sono diverse in base a quanto stabilito dall’editore. Solitamente questo spazio deve essere riservato entro la sera che precede il giorno della pubblicazione che deve essere due giorni prima della celebrazione delle esequie. Oltre a capire dove pubblicare un necrologio, bisogna capire la procedura. Solitamente questa incombenza viene affidata all’agenzia di onoranze funebri che invierà il testo via fax o via mail, telefonicamente dettando il necrologio oppure se previsto attraverso il form dedicato.

Scrivi il tuo messaggio

Chiama ora!