Permessi per lutto: come richiederli

I permessi per lutto fanno parte di quei permessi retribuiti per motivi personali: questi legittimano il dipendente ad assentarsi dal lavoro per alcuni giorni, in caso di morte di un parente, senza perdere la retribuzione in alcuna misura.

Permessi lutto familiare: cosa dice la legge

La normativa si esprime sui permessi per lutto familiare con l’articolo 4 della legge dell’8 marzo 2000, la quale consente al lavoratore di poter usufruire di alcuni giorni a decorrere dal lutto del parente: in questo modo il soggetto avrà modo di poter partecipare ai funerali, anche se si terranno in un’altra città, e di elaborare il dolore provocato dalla perdita del compianto.

La legge garantisce al dipendente che lavora sia nel pubblico sia nel privato tre giorni di permessi annuali, alle seguenti condizioni:

  • Il permesso deve essere utilizzato entro sette giorni dal decesso del proprio caro;
  • I giorni di permesso non sono cumulativi: se il lavoratore ha già usufruito dei tre giorni di permesso per lutto e nell’arco dell’anno perde un altro familiare, non può richiedere altri tre giorni di permesso.

 

Permessi per lutto familiare: grado di parentela consentito

I permessi per lutto familiare possono essere richiesti nel momento in cui si perde un familiare che rientri nel grado di parentela stabilito dalla legge. Nella fattispecie, i parenti devono appartenere entro il secondo grado di parentela. I permessi per lutto familiare riguardano anche coniugi o conviventi: nel primo caso non sono necessarie documentazioni particolari, nel secondo caso bisogna presentare una certificazione anagrafica.

Permessi per lutto: cosa fare

Ma cosa bisogna fare per richiedere i permessi per lutto? Per prima cosa il dipendente deve comunicare all’azienda il verificarsi della circostanza e i giorni di permesso di cui intende usufruire (massimo tre). Inoltre, deve presentare una certificazione idonea, come il certificato di morte del comune di residenza del compianto.

Scrivi il tuo messaggio

Chiama ora!