Traslazione salma: cosa dice la normativa

Con il termine traslazione della salma si intende il trasporto della stessa da un luogo di sepoltura a un altro. Di norma in Italia la sepoltura è da considerarsi definitiva sino alla sua scadenza. Sono presenti, però, delle circostanze precise in cui la legge rende possibile la traslazione del defunto prima della debita scadenza. Ecco quali sono e come si può richiedere la traslazione della salma.

La normativa sulla traslazione della salma

Seconda la normativa sulla traslazione della salma, essa può essere richiesta avviando le pratiche apposite presso gli Uffici di Informazione e Accompagnamento. Quando può avvenire? Nel caso in cui si desideri ricomporre il nucleo famigliare o per far sì che un famigliare acceda al luogo della sepoltura qualora abbia un handicap fisico certificato da un medico. Infine la traslazione della salma può essere autorizzata quando si ha necessità di effettuare una manutenzione urgente al luogo di sepoltura attuale. Qualora si volesse avvicinare il defunto alla famiglia, la normativa sulla traslazione della salma prevede che si possa fare solo se la famiglia stessa ha allestito un sepolcro privato o riservato un loculo prossimo o adiacente a quello di una persona deceduta successivamente. Se invece la salma del defunto è stata cremata, può essere inserita nel loculo di un famigliare solamente previa autorizzazione del Comune.

La traslazione della salma fuori città

Nonostante solitamente la traslazione della salma venga richiesta a livello intracimiteriale, è possibile richiedere il trasferimento del defunto nel cimitero di un altro Comune sia in Italia che all’estero. Per avviare un trasferimento in Italia se si tratta di un feretro è obbligatorio rivolgersi ad un’impresa funebre specializzata come L’Alba Onoranze Funebri, che si occuperà di tutti gli aspetti burocratici. Se invece la salma è stata cremata o si trova in una cassettina ossario è possibile agire in autonomia. Nel caso in cui sia il cimitero stesso a richiedere la traslazione della salma per motivi organizzativi, le spese sono a carico dell’organo cimiteriale.

Quali sono le procedure per il trasporto della salma

Per procedere al trasporto della salma si deve inviare una domanda indirizzata al Sindaco con marca da bollo per ottenere l’autorizzazione a procedere. Queste pratiche vanno adempiute qualora vi sia la necessità di spostare il defunto da un cimitero di un Comune ad un altro. Per la presentazione della domanda ci si può recare presso l’Ufficio Concessioni Cimiteriali oppure incaricare una ditta di onoranze funebri, che dovrà comunque occuparsi del trasporto della salma.

Scrivi il tuo messaggio

Chiama ora!