Tag: ONORANZE FUNEBRI

1
Feb

FLORI RITA VED. SANDRI

FLORI RITA VED. SANDRI

11
Gen

Arte funeraria: cos’è

L’arte funeraria è la pratica culturale più antica di tutte. Sì, perché a conti fatti risale alle più antiche civiltà, le quali avevano realizzato monumenti ed opere per commemorare i morti, celebrarli e omaggiarli. Poi è stata estesa, nel corso del tempo, agli oggetti che, secondo le credenze, i morti potrebbero usare nell’aldilà o agli oggetti che ne hanno celebrato i successi. Insomma, quando si parla di arte funeraria si intende qualsiasi opera d’arte realizzata per decorare un sito di sepoltura. Tendenzialmente, guardando nel passato, è per l’appunto l’unica forma d’arte esistita sempre, tanto da essere comune in diverse culture.

Come si realizza un’opera di arte funeraria

Realizzare un’opera di arte funeraria pertanto significa creare un’opera che commemori i defunti e lo si può fare in diverse forme: con una lapide, con un monumento o, in caso di cremazione, con un’urna funebre. A livello di materiali si tende a prediligere la pietra naturale, come il granito, il marmo, l’ardesia o la pietra serena. Su alcune opere dell’antichità, inoltre, è possibile ancora oggi poter leggere le incisioni fatte in segno di commemorazione, di omaggio al defunto.

A chi affidarsi per la realizzazione di corredi per arte funeraria

Lavorare materiali simili e realizzare quindi corredi di arte funeraria non è per nulla semplice o banale, perché occorre conoscere la base da lavorare ed avere il know how necessario per lavorarla. Bisogna quindi essere dei bravi scultori o averne uno di fiducia se è l’impresa di pompe funebri ad occuparsi dell’arte funeraria. A seconda di ciò che viene realizzato si può decidere di inserirlo prima o dopo la sepoltura. A livello economico, ovviamente, la situazione cambia da materiale a materiale lavorato. Ed ecco perché prima di sceglierne uno bisognerebbe avere le idee chiare sul budget prefissato da spendere per questo tipo di lavori. Ad impattare sul costo finale ci sono anche i costi della manodopera e i tempi di lavorazione. Ovvero, più un materiale è difficile da lavorare e tanto più alto sarà il costo degli artisti e di conseguenza più dilungati saranno i tempi di lavorazione.

Per cui, non si può di certo indicare un’unica cifra come costo dell’arte funeraria. Dipende molto anche dal tipo di incisione e di quanto lavoro ha richiesto quella specifica opera. Per evitare sorprese basta solo chiedere un preventivo e poi fare tutte le valutazioni del caso. Affidandoti a noi di Alba Onoranze Funebri otterrai qualità e convenienza. Non ci limitiamo infatti solo ad organizzare una cerimonia degna di nota per dare l’ultimo commiato al defunto ma ti proponiamo un servizio di pompe funebri completo a 360 gradi, tanto da includere anche corredi di arte funeraria realizzati dai nostri maestri artigiani abili nella lavorazione di ogni tipo di materiale. Vuoi saperne di più? Puoi contattarci telefonicamente o chiedere direttamente un preventivo online.

29
Dic

Camera ardente: allestimento per onorare i tuoi cari

È sempre difficile superare la perdita di una persona cara e lo è ancora di più quando si deve organizzare la cerimonia funebre. Ecco perché i familiari preferiscono sollevarsi in un certo senso da questo triste incarico e lasciare fare ai professionisti delle pompe funebri. Tra le fasi da dover gestire, nel rispetto delle ultime volontà del defunto o secondo le indicazioni di amici e parenti, c’è l’allestimento della camera ardente. È uno dei momenti più solenni e anche più intimi, perché si organizza la cosiddetta veglia funebre per dare l’ultimo saluto al corpo del defunto.

Ma perché si chiama camera ardente? L’aggettivo “ardente” deriva da una pratica tramandata dagli avi, secondo la quale nell’antichità si rendeva omaggio alla salma in una stanza dove si usavano candele e fiaccole per illuminarla e rendere l’ambiente più caldo. Nel corso del tempo poi l’aggettivo è rimasto, anche se oggi tendenzialmente non si utilizzano più né candele né fiaccole.

Dove e come allestire la camera ardente

La camera ardente può essere allestita sia in un luogo pubblico, nel momento in cui la morte sopraggiunge in ospedale, sia in un luogo privato come la casa del defunto. In quest’ultimo caso generalmente vengono messi alcuni elementi di arredo o nella stanza da letto o nel salone, così da rendere il momento di cordoglio più rispettoso.

Per l’allestimento si utilizza il catafalco, la struttura pieghevole che sorregge la bara aperta. Si ricorre anche al leggio per sorreggere il libro firme su cui le persone più care al defunto possono lasciargli un messaggio o esprimere le proprie condoglianze alla famiglia. E poi si mettono gli addobbi floreali nei vasi, come le rose, i lilium o le gerbere, il paravento, i tappeti, i candelabri se richiesti o altri ornamenti religiosi. A seconda che il rito sia religioso o laico si procede con l’estremo saluto. Ovvero, nella religione cattolica si dà l’ultimo saluto al corpo del defunto con una preghiera del sacerdote e la recita del rosario di tutti coloro che si sono radunati intorno alla salma mentre nei funerali laici c’è solo un cordiale momento di raccolta.

Che cosa si fa prima di esporre la salma nella camera ardente e cosa succede dopo

Prima di tutto però è importante preparare la salma a ricevere la visita dei cari. Perciò bisogna occuparsi prima della vestizione e della tanatoestetica, così da dare un aspetto estetico degno e decoroso. Al termine della veglia funebre la cassa viene sigillata e il feretro è trasportato, tramite veicolo delle pompe funebri, alla chiesa o al cimitero (a seconda, appunto del rito). Se hai bisogno di un aiuto per l’organizzazione del funerale rivolgiti ad Alba Onoranze Funebri, che offre un servizio discreto ed efficiente completo, dal disbrigo delle pratiche funerarie all’allestimento della camera ardente, dalla vestizione al trasporto e alla sepoltura o cremazione.

14
Dic

Addobbi floreali per cofani

Nell’organizzazione di un funerale è inclusa anche la scelta degli addobbi per il cofano funebre. Che cos’è? È la cassa da morto, il contenitore in legno che conserva e contiene il corpo del defunto. Questo viene creato su misura e ospita per l’appunto la salma, che poi potrà essere tumulata, cremata o inumata. Per rendere il momento più solenne e omaggiare il defunto si mettono dei fiori, ma quali sono quelli più indicati per i funerali?

Fiori per addobbi e corone, quali sono i più adatti per i funerali

Come anticipato nel paragrafo precedente, gli addobbi floreali fondamentalmente servono per omaggiare la persona scomparsa. Di solito lo si fa con corone di varie forme, composizioni miste, cuscini copribara, dato che alcuni addobbi per cofani vengono utilizzati anche durante l’allestimento della camera ardente, specie nelle case private.  Non tutti i fiori però vanno bene, ovviamente. Sono infatti in primis bandite le composizioni dalle forme stravaganti, per cui largo spazio solo a quelle classiche, cioè quella a croce, a cuore o di forma circolare. Come fiori poi la scelta dipende da famiglia a famiglia: c’è chi opta per le rose bianche e chi per fiori più semplici come garofani o calle, altri preferiscono fiori più colorati come le rose rosse. Ma se si sceglie un unico colore è importante poi mantenere una sola tonalità e non combinarli tra loro. Ricordiamo infatti che si tratta di un cordoglio e non di una festa.

Quali fiori regalare ai parenti del defunto

E poi in tema floreale c’è da affrontare anche un altro aspetto spinoso: quali fiori regalare ai cari del defunto? Regalare un fiore è senza dubbio il gesto più simbolico per esprimere vicinanza e affetto alla famiglia per la perdita. Ed ecco perché è fondamentale sceglierli con cura ed informarsi prima di fare brutte figure in una circostanza così delicata. Sì, perché non possiamo dimenticare che anche i fiori anche un loro significato, a seconda della tipologia e del colore. Meglio allora restare sullo standard: fiori rosa per le donne e gialli per gli uomini. A meno che non si conosca bene la persona a cui regalarli e a quel punto si potrà scegliere il fiore del suo colore preferito. Sono, invece, assolutamente vietati fiocchi o carte colorate. A livello tipologico, le specie scelte generalmente sono le rose o le calle, che esprimono affetto, o il crisantemo, che da sempre è associato all’idea del lutto. Se il defunto è una persona giovane, però, sarebbe meglio scegliere i gigli bianchi o i gladioli. Nell’eventualità in cui non si abbia la possibilità di presenziare al funerale, infine, si potrà inviare alla famiglia un mazzo di fiori di colore viola.

Noi di Alba Onoranze Funebri offriamo un servizio di personalizzazione degli addobbi floreali per cofani, nel rispetto della volontà del defunto o dei gusti personali dei familiari. Contattaci e ti aiuteremo a scegliere quelli più indicati alla circostanza.  

30
Nov

Il rito funerario nelle diverse culture

Il rito funerario ci accomuna tutti (o almeno quasi tutti). È sin dal Neolitico infatti che gli uomini organizzano una cerimonia per dare l’ultimo saluto al defunto e anche per informare la comunità della sua morte. Il rito che forse conosciamo meglio è quello della sepoltura del cadavere, preferito perlopiù dai cristiani ortodossi, dagli ebrei ortodossi e da buona parte degli islamici. In questo modo si crede che l’anima si scinda dal corpo e finisca nell’aldilà. E pure la Chiesa cattolica, naturalmente, predilige la sepoltura anche se dal 1963 consente anche la cremazione, purché le ceneri poi vengano sepolte. Ma quando si parla di sepoltura, in realtà, non si deve intendere solo quella sotto terra. Esiste infatti anche la sepoltura in mare, come quella praticata nella chiesa d’Inghilterra.

Gli antichi romani e i vichinghi, invece, così come gli induisti e i protestanti meno conservatori prediligono la cremazione. In altri luoghi, come in Tibet, si lasciano i corpi all’aperto come facevano gli indiani d’America per la cosiddetta sepoltura celeste. Presso alcune tribù dell’Amazzonia, come quella dei Yanomani, si pratica il cannibalismo post-mortem. Ovvero, la salma viene cremata e poi amici e familiari mangiano le sue ceneri così che l’anima resti tra le persone care.

Infine ci sono i riti funebri che prevedono la mummificazione o l’imbalsamazione, come facevano gli antichi egizi e come in Italia fu attuata per alcuni personaggi pubblici. È ben nota infatti la cremazione di Garibaldi per suo volere.

L’organizzazione funerale a Torino e provincia

Insomma, come emerge da questa breve ma dettagliata panoramica sul rito funerario ogni popolo lo celebra a modo suo, chi in modo più vistoso e chi meno ma universalmente tutti si impegnano per dare l’estremo saluto al defunto. Nel nostro Paese la maggior parte sceglie il funerale, anche se non mancano le famiglie che optano per la cremazione.

Se hai bisogno di un’agenzia di pompe funebri che operi su Torino e provincia per l’organizzazione del funerale e il disbrigo di tutte le pratiche funerarie puoi chiamare Alba Onoranze Funebri. Siamo aperti 365 giorni l’anno e attivi 24 ore su 24. I nostri operatori saranno sempre a tua disposizione per ogni tipo di supporto. Contattaci se vuoi saperne di più sui nostri servizi.

7
Nov

Condoglianze virtuali: saluta un caro online

La tecnologia ormai accorcia talmente le distanze che persino poter dare un ultimo saluto ad un caro online è diventato possibile. Come? Grazie alle cosiddette condoglianze virtuali, un servizio che Alba Onoranze Funebri garantisce a chiunque voglia esprimere il proprio cordoglio ad amici e parenti per la perdita con una frase, un breve messaggio, in qualsiasi parte del mondo si trovino. Basta infatti solo accedere alla bacheca della persona deceduta, pubblicata solo se scelta dai familiari, e scrivere il proprio messaggio di condoglianze. Viene richiesto di compilare i campi strettamente necessari: nome, cognome, email e messaggio così che chi lo riceve possa poi ringraziare direttamente i soggetti che hanno partecipato al dolore telematicamente. In altre parole, è come avere a disposizione uno spazio online che funge da bacheca dove chiunque possa lasciare un saluto indelebile. 

Cosa scrivere come messaggio di condoglianze

Ma che cosa scrivere come messaggio di condoglianze? In tanti si porranno questa domanda perché ogni volta non è mai semplice. Trovare le parole giuste che possano trasmettere quel senso di vicinanza e supporto in un momento così delicato non è facile. Certo, si vuole evitare di cadere nella banalità, ma poi alla fine quel che conta è il pensiero, il gesto di aver riservato qualche istante alla persona deceduta. Le frasi più comuni tendenzialmente sono: “ Le mie più sincere condoglianze in questo momento di dolore. Con il mio più profondo cordoglio e sostegno incrollabile”, “Ti sono vicino in questo momento difficile”, “Ci uniamo alla vostra famiglia in questo doloroso momento con commozione e affetto”.  Ma se si conosceva bene il defunto si potrebbe tentare di scrivere una frase più personale, ricordando magari qualche aneddoto o un particolare momento vissuto insieme, così da trasformare una serie di parole in un flashback e magari strappare anche un sorriso a chi le legge. Insomma, la scelta di che cosa scrivere, ovviamente, non può essere né condizionata né imposta. Non ci sono regole né criteri, basta solo farsi trasportare dal sentimento, dall’emozione del momento e le parole, in qualche modo, usciranno spontanee.

Contattaci, telefonicamente o online, se vuoi saperne di più sul servizio di condoglianze virtuali di Alba Onoranze Funebri o vieni a trovarci direttamente in sede.

17
Ott

Morte di un congiunto: come comportarsi

Alla morte di un congiunto, oltre al grande dolore per la perdita, bisogna anche gestire una serie di procedure burocratiche. Vediamo allora tutti gli step.

Innanzitutto dove è avvenuto il decesso? Se in casa è necessario chiamare il medico curante o la guardia medica per farsi rilasciare il certificato di morte; se è avvenuto in una struttura sanitaria sarà l’amministrazione ad occuparsene mentre se è avvenuto in un luogo pubblico la salma verrà trasferita dall’autorità giudiziaria all’obitorio per il riconoscimento e qui il medico legale (necroscopo) darà ai familiari il certificato di morte. È questo infatti il documento in cui si attestano le generalità del defunto, si indicano data e luogo del decesso e il numero di protocollo associato alla registrazione dell’atto di morte.

Si passa poi alle questioni burocratiche, come comunicare alla banca la morte del soggetto così che i conti vengano temporaneamente “congelati” fino alla dichiarazione di successione dell’eredità; disdire utenze e abbonamenti, sospendere la pensione dandone comunicazione alla filiale Inps di pertinenza territoriale, rivolgersi alla motorizzazione civile per consegnare la patente e richiedere la cessazione della circolazione del veicolo intestato al defunto; riconsegnare al Comune la carta d’identità e alla Questura eventuali passaporto e porto d’armi.

Parallelamente occorre però organizzare la cerimonia funebre e occuparsi del disbrigo delle pratiche funerarie. Di tutto questo però possiamo occuparcene noi di Alba Onoranze Funebri, così da manlevare i familiari dalla gestione di ulteriori lungaggini burocratiche.

Organizzazione del funerale e disbrigo delle pratiche funerarie

Alba Onoranze Funebri infatti offre un servizio completo a 360°, dall’organizzazione del funerale al trasporto della salma al cimitero o nel luogo della sepoltura scelto dai familiari, dalla vestizione all’allestimento della stanza per la veglia e al disbrigo delle pratiche funerarie. Siamo in grado di occuparci anche delle pratiche e delle autorizzazioni per la cremazione della salma e successiva consegna delle ceneri nell’urna, che potranno poi essere conservate dai familiari o sparse in un particolare punto secondo l’ultima volontà del defunto.

Insomma, potrai quindi rivolgerti ai nostri operatori per avere tutto il supporto necessario. Operiamo con massima professionalità nel rispetto del cordoglio, alleviando il più possibile il peso del dolore in un momento della vita così delicato.

5
Ott

Servizi funebri nella provincia di Cuneo

La morte è un avvenimento improvviso. Potrebbe avvenire a seguito di un incidente, di una lunga malattia o per altre ragioni. Nessuno può prevederla e perciò bisognerebbe almeno sapere a chi potersi rivolgere in caso di necessità. Per i servizi funebri nella provincia di Cuneo l’Alba Onoranze Funebri è da anni ormai il principale punto di riferimento per la convenienza e l’alta professionalità di ogni servizio offerto. I nostri operatori infatti si occupano di tutto, dall’organizzazione del funerale al disbrigo delle pratiche funerarie a seconda che il decesso avvenga in una struttura sanitaria, in casa o in un luogo pubblico. Ma prima di passare in rassegna i nostri servizi vediamo che cosa fare in caso di decesso.

Cosa fare in caso di decesso in casa, in ospedale o in un luogo pubblico

Se il decesso avviene in casa si deve chiamare o la guardia medica o il medico curante al fine di far constatare la morte della persona e di conseguenza compilare il certificato di morte. Se, invece, il decesso avviene in ospedale spetta all’amministrazione della struttura sanitaria dover provvedere a fornire tutte le certificazioni. Invece, in caso di morte violenza o in un luogo pubblico occorre avvertire l’autorità giudiziaria che dovrà rimuovere la salma e trasportarla all’obitorio comunale per eventuale riconoscimento e gli accertamenti previsti dalla legge. In tutti i casi però la salma non viene né posta nella cassa mortuaria né sottoposta ad alcun trattamento post mortem prima delle 24 ore così da essere certi che non ci siano segni di vita.

I servizi funebri di Alba Onoranze Funebri

Dopo questa doverosa premessa passiamo ai servizi offerti. L’Alba Onoranze Funebri si occupa di:

  • Disbrigo delle pratiche funerarie, ovvero ci occupiamo direttamente noi di tutti gli adempimenti burocratici (dal certificato di morte alla stampa dei manifesti) da dover rispettare e comunicare in caso di morte di una persona, così che i familiari non debbano perdere tempo in questioni spinose e complesse;
  • Cremazione della salma e organizzazione della cerimonia funebre, inclusa la vestizione della salma, la preparazione del luogo destinato alla veglia fino all’accompagnamento nel luogo destinato alla dispersione delle ceneri e alla consegna dell’urna.
  • Recupero e trasporto della salma in Italia e all’estero su mezzi adatti al corteo funebre.

Contattaci per saperne di più!

Chiama ora!